Precedente - Successivo

L'intervento

Arrivo nella sala operatoria, inondata di luce.
Ad aspettarmi l'anestesista ed il chirurgo con i loro assistenti, curiosi scuri occhi in carnagioni meridionali che foravano ridenti dai loro visi già coperti dalle mascherine verde tenue.
 
Uno sguardo intorno, mentre mi venivano fissati gli elettrodi per l'elettrocardiogramma.
Era evidente, dalla presenza di grandi schermi, che la laparoscopia sarebbe stata impiegata alla grande dal chirurgo che decisamente emanava una simpatica aura rassicurante. Ne ho poi avuto conferma andando a navigare in internet per saperne di più su questo personaggio dal nome greco, da poco nominato primario.
Avremo occasione di riprendere il discorso dopo il futuro colloquio per la preparazione della fase di rimozione della stomia.

Ricordando il detto dell'operazione riuscita con il paziente morto, mi sono pertanto rivolto agli anestesisti esprimendogli il mio apprezzamento per la loro funzione troppo spesso disconosciuta osservando che loro sono gli unici medici che usano a riscontro immediato l'insidioso arsenale farmacologico.... non come i loro colleghi che scrivono ricette e rivedono i pazienti e gli effetti della prescrizione dopo 15 giorni... (tanto per non perdere l'abitudine a polemizzare.... ).

Comunque, quando chiesi di saperne di più sul come si sarebbe svolta l'anestesia generale, mi si disse che non ce n'era il tempo e che le cose erano un po' complicate dalla situazione, ovviamente urgente.

Mi chiesero nuovamente se ero effettivamente quello della piastrina di identità e dopo il mio sì.... l'anestesia totale fu quasi istantanea.

 

L'intervento durò parecchie ore: stando a quanto descritto nel rapporto per il mio medico, ci fu molto da fare per ripulire la cavità addominale dall'infezione.


 Venne anche trovato un polpo poi risultato alla biopsia essere benigno e molti diverticoli probabilmente o forse in parte all'origine del trauma.

 

I diverticoli: ne conoscevo l'esistenza dai corsi di medicina a Pavia, ma un rapido aggiornamento sul tema porta a dati contrastanti sulla loro genesi dovuta al genere di alimentazione (poche fibre? non poteva essere sicuramente il mio caso...

Altri autori negavano questa correlazione...

Una pressione anomala sulle pareti del colon sembra essere l'eziologia più accreditata... Anche i sintomi della diverticolite sono abbastanza vaghi ed imprecisi e pertanto compatibili con la mia anamnesi.

 

Dimitri Christoforidis e Cristina Bonzanigo (RSI) Una illuminante introduzione al tema dei diverticoli in una trasmissione della RSI con la partecipazione del dottor Christoforidis realizzata con Cristina Bonzanigo nel 2012, è ancora in rete

 

 

 

 

 

I polipi: ospiti sempre più probabili con l'età....

 Massimo Maffei, Dimitri Christoforidis (RSI)

Massimo Maffei e Dimitri Christoforidis parlano di Polipi alla RSI

Dal conteggio ospedaliero/ per la cassa malati risulta genericamente ma significativamente 'una urgente resezione anale complessa con degenza' per un importo di CHF 33'014.30

Ulteriori dettagli spero poterli avere nel colloquio con l'affascinante chirurgo previsto ed atteso con indubbio piacere dopo due mesi dall'intervento in vista del ricongiungimento del colon che di regola avviene dopo almeno tre mesi dall'intervento. Non mi è stato possibile farmi una precisa idea di quando mi verrà tolto il sacchetto provvisorio. Speriamo presto!