1: SUL MONTE


Elisarion-Rundbild «Klarwelt der Seligen»: Auf dem Berge
Un'unica figura su un pendio innevato che s'incammina verso valle.
Se ti innalzi sulle alte vette, libero diventi nel regno dell'aere, Non più schiavo dei miraggi umani, Non più schiavo di aguzzini terreni.


 
 
"Se ti innalzi sulle alte vette,
Mai da folgori minacciato,
Da ogni pericol libero
Da tormente di neve, orridi, morte!...
M'inerpico non come nanerottoli,
In alto alle rocce, oppressi da pesi
Stanchi sul pendio, a riposare,
Incomodo non sono, per me stesso o altri.
Sui ghiacciai, in ripidi pendii,
Ovunque vado
Dal dardo di sol immune
Poso il mio sguardo nella gloriosa distanza
Di caotici astri non più schiavo
Alle leggi della natura sottomesso,
I cui desii da pavento perseguitati sono:
Divenir inconsapevol peccatore,
Già nel cieco trasgredir
Oscure onnipotenze di una terra senza amore.

Su alti monti incedo,
Torrentose forre supero,
Libero da terrene servitù, --
Signore son nel dell'aere regno!