21: IL SALICE AL MARE

Elisarion-Rundbild «Klarwelt der Seligen»: Edelweide am Meer
Un efebo ne tiene un altro prono in grembo. Su un altro ramo sta seduta una terza giovane figura adorna che guarda verso l'osservatore.
Una corona di Re dovevo portare In un mondo di guerre e disgrazie, Ma preferisco da qui troneggiare In un Mondo di giochi e di grazie.

Continuazione del commento (Fabio Ricci) da 20:  Von Kupffer fornisce nella poesia "Leidenschaft-Läuterung" (Passione-Purificazione")  un suggerimento riguardante  le rudi carezze dell'Eros, senza le quali non si raggiungerebbe la via al Paradiso. I teneri colpi con la verga del "albero della vita" risvegliarono nel desideroso nuove forze:

"Allevami, scioglimi, fammi guarire! Puniscimi misericordiosamente! Il mio piacere dell'amore[...] dell'albero dell'amore rompi la verga del desiderio!".

L'aspetto educativo dell'erotismo fu più volte evidenziato dal Clarismo ed anche Leo Berg ne ha evidenziato più volte le relazioni: " Quanto il pedagogico sia collegato all'erotismo, come dovremmo rendercene conto in un mondo che ti vuole convincere che sia possibile educare senza amore!"

 (Dettaglio da Video Esplorazione 2000)

   



"Una corona di Re dovevo portare,
In un mondo di guerre e disgrazie,
Ma preferisco da qui troneggiare
In un mondo di giochi e di grazie.
Mio baldacchino, il verde intreccio
Movente, muto, nella brezza marina.
Afferro i rami intrecciati
Li lascio accarezzare, sfiorare
Appena sopra la magnifica umanità
Circondata da ineguagliabili farfalle
Per loro piacere e non per dolor,
Sul mio ginocchio ---- un pensiero scherzoso!
Un divertente gioco di ragazzi
Senza scopo o fine.
 

 

 

 

 

 

 



Sotto, appoggiato ad oscillanti rami
Un personaggio, sottilmente ornato,
Un uccello del Chiaro Mondo --- a dimostrazione
Di come qui nessun peso ci opprime.
Principessina dal cappello fiorito,
Quanto ben vi stà la collana di perle!